PRIMA DI COMMENTARE...

Facciamo di nuovo il punto

Ho deciso di scrivere questo post per tornare a fare un pò di chiarezza sull' argomento del blog perchè mi sto davvero stancando di risp...

mercoledì 19 ottobre 2011

Pessimismo e fastidio

Anche oggi un senso di profonda delusione mi attanaglia nel leggere deliri vari sui forum.
Oggi parliamo di un argomento che mi lascia davvero basìto per quanto sia stato portato avanti con vera convinzione; Questa cosa mi rende ancora più felice di essere uscito da tali ambienti e convinzioni che i marzialisti si ostinano a difendere a spada tratta, senza mai arrivare all' essenza pura e semplice del discorso, perchè la fisica, la natura e tutto ciò che accade è maledettamente più semplice e ovvio di quanto si voglia far credere.

Parlavano delle posizioni che tutti i marzialisti tradizionali si trovano a studiare per anni, proprio quelle posizioni così difficili ed innaturali, spesso associate a metafore sugli animali o sui draghi o sugli alpaca andini...
Quelle posizioni tanto perfette che se non hai il piede a 34° e 2' sud-ovest e la schiena allineata con lo zenit di Proxima Centauri non stai mica facendo quella giusta tramandata dagli antichi e quindi non ti stai allenando "come si deve".
Quelle posizioni che TUTTI, ma proprio TUTTI fanno dalla loro prima lezione di AMT, e vengono ripresi quando non le fanno abbastanza basse, o abbastanza aperte, o abbastanza STICAZZI, però poi leggi che no non è vero, sono solo delle posizioni di allenamento per "rinforzare il corpo" o per "capire i principi che stanno dietro".
Beh, detto per inciso a me sembrano tutte delle grandi scuse per giustificarsi, e lo capisco bene dal momento che chi le sostiene si è dovuto rompere le palle per anni a perfezionarle.

Poi questi grandi esperti li vedi dal vivo.
Li vedi esibirsi nelle loro forme artistiche e dici davvero "oooooh!" come i Puffi perchè diavolo sono veramente atletici e affascinanti da vedere!
Hanno allenato duramente queste posizioni e ora riescono ad esprimersi in queste figure complesse ed evocative.
Poi li vedi "combattere" e.... Toh! Dove sono finite tutte quelle posizioni che fino a due secondi prima rappresentavano l' impronta tipica dello stile, quello vero e autentico millenario?
Com'è che per "schivare un calcio" non si abbassano più nella "posizione del serpente" tutti lunghi lunghi con le natiche che toccano terra? Sbaglio o questa cosa l' avevano studiata nelle "applicazioni pratiche"?
O perchè non assumono una "posizione difensiva a tartaruga" tutti accartocciati perchè così si sa, la tartaruga si difende nel suo guscio e quindi anche un uomo facendosi a palla per terra non subisce più colpi decisivi?
Perchè studiano per una vita a tirare pugni allungando al limite la posizione con la bella manina al fianco, o calci che, sai, colpiscono esattamente il meridiano passante per l' ascella e provocano la morte in 34 secondi ma poi li vedi smanacciare e scalciare come scimmiette isteriche?

Macchè, eccoli esibirsi nella ormai consueta Simil Kick, tutti belli in piedi, tutti belli coperti, muovendosi alla cazzo non appena l' avversario li incalza con dieci pestoni di fila, ai quali col cavolo che reagiscono con parate formidabili o blocchi di pugni al volo...
Eccoli tirare i loro colpi che magicamente non hanno più niente a che vedere con quei bei movimenti stilizzati però guai a farglielo notare, che è solo colpa tua se non hai capito il senso che stava dietro a quella cosa.
Sì perchè tanto alla fine la scusa è sempre e solo quella: TU non hai capito, TU sei finito nella palestra dei cazzari, TU non ti sei allenato con il cinese quello vero, TU hai visto il 99% di quello che c'è in giro e che guarda caso è tutta merda mentre loro hanno sempre combattuto nel Mortal Kombat con quelle tecniche e non si capacitano di come non sia evidente il loro stile cinesissimo!

Li senti parlare di Sanda allenato parallelamente al Wushu... dico il Wushu! La più artificiale delle messe in scena, pura ginnastica da opera di pechino... e si ostinano davvero a vedere nel combattimento di Sanda le STESSE identiche cose..
Come dire che siccome so usare il joypad del Playstation allora so guidare allo stesso modo una Formula 1.
Mi fa sorridere quanto si sforzino di difendere l' indifendibile, sostenendo argomentazioni che non rispettano gli assunti basilari dell' apprendimento e della logica... ma soprattutto del comune buonsenso.

Leggo queste discussioni per sollazzo ma non posso far a meno di restare indignato davanti a tanta mancanza di onestà e umiltà, quella decantata da queste pratiche orientaleggianti.
Piace a tutti parlare di combattimenti memorabili con esperti picchiatori, ma sarebbe divertente vedere questi personaggi dal vivo in "scontri liberi" contro pugili o lottatori.
La verità è che questa gente si caga sotto alla sola idea di fare i guanti con un pugile, ma anche se capitasse troverebbe mille scuse sul perchè e il percome le mirabolanti tecniche cinesi non hanno efficacia contro uno stupido sportivo suonato e macho: una volta sono i guantoni, una volta sono le regole, una volta è il fatto che combattono solo per la vita, una volta è la condizione fisica non al meglio...
Raccontano di aver battuto gente della Thai o persino delle MMA con facilità... naturalmente negli sparring, sia mai che si parli di match full contact, roba che non hanno nemmeno idea di dove stia di casa.
Scommetto che la sola adrenalina pre-match farebbe desistere molti di questi sedicenti espertoni. Scommetto tutto quello che volete che al primo destro preso in pieno tutta la cultura cinese sugli animaletti del bosco, lo stile del paguro ubriaco e le cinque dita che se ti colpiscono muori, tutti i loro anni spesi a perfezionare la forma autentica della pergamena segreta, tutte le loro elucubrazioni su angolazioni perfette, sensibilità tattile, yin, yang e cazzi e mazzi andrebbero all' istante a farsi benedire.
Parlano di combattimento ma ragazzi, il combattimento è solo ed esclusivamente quello full contact, il resto è sparring, ma è del tutto impossibile farlo capire a chi non è disposta a rimettersi in gioco.
E sapete qual' è la cosa più triste? Che magari qualcuno di loro li ha fatti per davvero dei match, full contact pure. E come tutti avranno usato le solite tecniche e strategie degli SDC, ma sono sempre capaci di rigirare la questione sostenendo che no, erano tutte cose proprie dello stile cinesoide!

Leggevo anche di un tizio dall' arroganza fuori dal comune che sostiene di essersi confrontato da sempre con atleti degli sport da combattimento più disparati e averli praticamente umiliati grazie al suo stile.
Beh, tutte parole al vento, le mie, le loro, di tutti: il bello di questo mondo è che ci si può ricamare un bel vestito fatto di ego senza mai darne dimostrazione,  prendendo le scuse più disparate.
I fatti che contano sono quelli dimostrabili, non le storie che ognuno si racconta.
Sapete una cosa? Io sono stato campione Nazionale del mio stile, in tutte le specialità. Ho anche combattuto più volte, arrivando terzo ad una competizione con i più bravi praticanti italiani.
Mi è capitato di difendermi per strada usando una sola mano (dico: una sola mano contro un colosso).
Ah, ho anche viaggiato all' estero incontrando i più alti esponenti dello stile, salutandoli per nome.

Potrei pubblicare un bel curriculum con tutte queste cose, o raccontarlo in giro e pensate, sarebbe tutto vero!

Poi ci metto un pò di umiltà, un pò di onestà e tanto buonsenso.
Ho vinto i nazionali in una gara di 4 gatti, in cui il livello medio era a dir poco infimo.
Sono arrivato terzo in quanto ripescato per mancanza degli atleti, dopo aver perso tutti i miei incontri di light contact.
Mi sono difeso allontanando il tizio che cercava rissa e andandomene via.
Ho partecipato a stage esteri con mille altre persone che salutavano tutte il simpatico maestro poco avvezzo alle formalità.
Bene, ora quale versione mi rende più micidiale e rispettabile?

9 commenti:

  1. Ho capito bene di quale forum si parla e anche di quali maestroni.
    Io i nomi o meglio i nick name voglio farli, soprattutto perchè c'è uno di quelli ovvero mistermantis che dice di allenare tramite il tradizionale i suoi allievi e poi li manda a fare incontri di sandà, k1, mma, vale tudo, savate...
    In oltre dice che questi vincono...Sono cazzate belle e buone? Oppure i suoi allievi vincono ma non è vero che si allenano con il tradizionale e fanno gli allenamenti canonici di ogni combattente sportivo?

    RispondiElimina
  2. E' proprio ciò di cui parlo, ma dagli interventi che ho letto ritengo una perdita di tempo star lì a discuterne sui forum.
    Tanto diranno sempre e comunque che quello è l' allenamento classico del kung fu, ma quello giusto eh, quello che voi non sapete perchè avete solo visto le palestre fuffa...
    Uno può praticare SDC e AMT allo stesso tempo così come può suonare nella banda del paese e poi creare musica da discoteca con i mixer, vien da sè che c'è un modo specifico di fare per ogni specialità.
    Francamente non c'è peggior sordo di chi non vuole sentire e tanto riportano sempre le stesse spiegazioni.
    Non è importante se io studio forme tutto il tempo e poi vado a fare un match di sanda e vinco; è importante se le cose che ho fatto per vincere l' incontro sono proprio quelle che ho studiato nelle forme, e qui nasce il vero equivoco di tutta la faccenda perchè come ho detto in vari post a tirare calci e pugni più o meno sono capaci tutti.
    Le cose cambiano un pochino non appena si comincia a parlare di match seri e non di tornei tra i soliti noti dello stesso stile.
    Vadano a fare match ufficiali di circuiti specifici, poi ne riparliamo.
    Ci vadano preparandosi con forme, esercizi "per rinforzare il corpo" fatti sui paletti, sessioni di meditazione e applicazioni con le tecniche degli animali, confrontandosi con gente che fa diete che mi fanno star male solo a pensarci, sessioni ai pao e al sacco come norma, functional training, corsa, corda e tutto il resto.
    Ah già, anche loro fanno tutte queste cose, CHI HA DETTO che nel kung fu non si usano i colpitori, i tabata, lo sparring con le protezioni... non avete mica capito nulla del kung fu!
    GRAZIE AL CAZZO, direi...

    RispondiElimina
  3. Aggiungo, c'è anche un altra conversazione che volge sugli stessi binari: studi uno stile fatto di perfezionismi, angoli, difesa vera uno contro tanti, etc..
    Poi vieni alle mani e usi cose che non c'entrano nulla.
    Ma ancora sono capaci di girarla come vogliono "no guarda che lo stile X contempla tutte quelle cose, sono i principi che contano" bla bla bla...
    che noia

    RispondiElimina
  4. Infatti so che molti che facevano tornei di sandà nella pwka e wtko siccome il giro è piccolo e la gente forte è sempre la stessa, stanchi, sono passati alla thai e li non era cosi facile vincere come prima. Anzi...
    Poi i loro maestri giustificavano la cosa dicendo che era solo perchè il sandà in Italia è poco conosciuto e quindi è questione di numeri...mah...

    RispondiElimina
  5. Pazzesco... PAZZESCO....
    Capito? Questo:
    http://www.youtube.com/watch?v=mpviclkMdfc

    che badate bene, per loro è lo stesso identico modo di muoversi di questo:
    http://www.youtube.com/watch?v=wpeaEYGvR1U

    si può paragonare senza problemi a questo:
    http://www.youtube.com/watch?v=cuygrR9mi6w

    E allora ecco che te la rigirano in tutte le salse e sei tu che non capisci, che non è vero che si muovono come scimmie impazzite o suocere che si tirano i capelli...
    Ma zio prete come si fa a non arrivarci?

    RispondiElimina
  6. Attenzione a sopravvalutare il combattimento full contact, perché non lo fanno in allenamento neanche i combattenti di MMA (mica sono scemi), http://www.alexdandi.com/2014/03/molti-fighter-pro-di-mma-non-fanno-piu-sparring-ma-nessuno-ve-lo-dira/
    Il cervello non si condiziona prendendoci colpi, ma semplicemente si spappola.
    Vero che le arti marziali troppo tradizionali non servono a niente, ma le forme e il kata sono gli unici modi che hai per mettere su una tecnica decente, tanto che tutti i veri campioni di sport da combattimento vengon da lì.
    Del resto nel pugilato si dovrebbe studiare, il lavoro con i piedi, spostamenti e schivate e fare il pugilato allo specchio, che praticamente sono i kata e forme del pugilato, ma oggi vedo solo maestri di pugilato e altri SDC che fanno lavorare sulla potenze e velocità, risultato i loro allievi prendono solo un sacco di botte, i loro allievi mica gli istruttori...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Di nuovo con la cosa dello sparring leggero, di nuovo dimostrazione di parlare solo per luoghi comuni (e di nuovo, non sto ad approfondire anche perchè mi diverte sapere come questa mia affermazione verrà fraintesa).

      Scommetto che tu pratichi "arti marziali tradizionali, ma non troppo tradizionali®"
      Le forme e i kata, ma cristoddio siamo ancora a questi ragionamenti, poi abbiamo i campioni di SdC (leggi: quelli che picchiano i campioni di AMT aahahah) che facevano tutti AMT altrimenti sarebbero stati pippe, il pugilato (leggi: lo stile che fa più paura ai marzialisti) che sia così efficace e faccia tanta tanta paura... perchè in fondo i pugili fanno shadow boxing che sia la stessa cosa dei kata (AHAHAHAAH!!!!) E QUINDI io povero tapino che faccio o'carattè e o' cun fù FACCIO LA STESSA COSA, MA MEGLIO!
      Per favore...

      Poi non l' ho capito questo ribadire come gli istruttori mandino gli allievi a massacrarsi per una sorta di sadico piacere personale, che ti ha picchiato un istruttore?
      Non parlare di ciò che hai solo sentito dire, perchè la figura che hai fatto in due soli commenti è davvero barbina.
      Fatti qualche mese di SdC in un team serio, mica da Gigi il Troione, poi ne riparliamo per esperienze vissute.

      Elimina
    2. Io le basi scientifiche su cui riflettere te le ho date, ma credo di parlare al muro, di scarsoni che si vendono qualche film sulle mma o altro e si esaltano ne vedo anche troppi in giro, poi vedi gente come Dominique Valera, Bill Wallace o i moderni Semmy Schilt che provengono tutti dalle arti marziali e ti chiedi, come mai...
      Del resto mi fa sempre ridere quelli che fanno qualche tecnica di MMA e si credono che si la nuova rivelazione, quando sono tecniche che esistono da secoli come minimo.
      Comunque il cervello è tuo, ad ogni botta che ci prendi, diventerà sempre più delicato, basta vedere quanti atleti per esempio di Football americano soffrono di gravi disturbi mentale a fine carriera per i colpi presi, quelli delle MMA sopratutto sono sulla stessa strada.

      Elimina
    3. No guarda, sono io a parlare al muro, porti argomentazioni discusse miliardi di volte e usi un tono marcatamente denigratorio che dimostra prima di tutto la malafede per principio e non per esperienza diretta.
      Sembra di leggere la storia della volpe e dell' uva, o quei discorsi da quindicenni frustrati perchè vogliono dare più valore a ciò che piace loro denigrando il resto.
      Non gliene frega a nessuno di dire cosa sia meglio o peggio, non qui, non a me.
      Le tecniche che esistono da secoli gnè gnè, i veri campioni che vengono dalle amt gnè gnè... tutta sta manfrina per trasmettere il messaggio di fondo che ciò che tu fai (se lo fai!) sia in fondo MEGLIO.
      Discorsi da ragazzini, io passo.
      Ma poi, onestamente, cazzo te ne frega del mio cervello o di quello dei pugili?
      Questo va aldilà della mia comprensione.
      Smetti pure di rispondere se non hai argomentazioni più intelligenti da fare.

      Elimina